Palextra Store - prodotti per anime sportive

×
 x 

Carrello vuoto
Shopping cartCarrello vuoto

SHOP

facebookgoogle plus

Newsletter PaleXtra

captcha 

Magazine paleXtra

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Accesso
    Login Modulo Login

Kinè Running Clinic

Inviato da il in Magazine
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 1173
  • 0 Commenti
  • Iscriviti a questo post
  • Stampa

 

La corsa è uno sport entusiasmante che apporta numerosi benefici sullo stato di salute di chi la pratica. Questa attività fisica ha un sempre maggior numero di partecipanti.

Correre è un'attività fisica naturale, ma naturale non significa ottimale, quindi:

Tutti possono correre, ma… non tutti corrono bene

Nonostante la naturalità del gesto, questo sport è soggetto ad un'alta percentuale di disturbi muscolo-scheletrici, quasi tutti della famiglia delle lesioni da sovraccarico, originate quindi da cause biomeccaniche:

  • Tallonite
  • Sindrome della bandelletta
  • Fascite plantare
  • Tendinopatite (al tendine achilleo e rotuleo)

Cos'è una Running Clinic?

La Running Clinic elaborata dal centro di fisioterapia Kinè è costituita da una batteria di test il cui scopo è di fornire delle informazioni biomeccaniche specifiche per l'atleta, l'allenatore ed il fisioterapista. Tali informazioni possono migliorare le prestazioni, diminuire il tempo di ripresa dagli infortuni e prevenire le lesioni da sovraccarico.

 

articolo-fascia1.jpg

 

Perché proprio questo tipo di test?

La medicina si avvale della diagnostica per immagini (radiografile, ecografie, risonanza magnetica) per fare una corretta diagnosi della patologia. Sebbene sia molto utile dal punto di vista diagnostico, ciò non fornisce particolari informazioni sulle possibili cause meccaniche che hanno contribuito alla comparsa della lesione.

Questi test forniscono informazioni sulle componenti biomeccaniche che influiscono negativamente sulla corsa.

Questo permette un intervento specifico attraverso l’allenamento o la rieducazione fisioterapica. I classici esami posturali non sono sufficienti allo scopo poiché sono eseguiti in statica.

 

Running clinic è costituito dalla seguente batteria di test:

  • Analisi video della corsa con camera ad alta velocità in laterale.
  • Analisi video della corsa con camera ad alta velocità in visione antero-posteriore.
  • Analisi video con camera ad alta velocità del jump e step down test.
  • Test di salto sulle pedane di forza.
  • Test isocinetico sui flessori/estensori del ginocchio.
  • Test con dinamometro manuale sulla muscolatura dell'anca.
  • Misurazione del massimo consumo di ossigeno VO2MAX e della massima velocità aerobica (vVO2MAX).

articolo-fascia2.jpg

 

1. Analisi video con camera ad alta velocità in visione laterale

Il movimento dell'anca

Durante la corsa, l'anca raggiunge una flessione di circa 25-35° al momento del contatto al suolo del piede e circa di 35° nella fase finale del passo.
L’angolo di estensione dell'anca è correlato ad una buona performance della corsa e tende a diminuire con l'avanzare dell’età

 

2. Analisi video con camera ad alta velocità in visione laterale

Il movimento del ginocchio

Il ginocchio si presenta flesso fino a 25° nel momento del contatto del piede al suolo e continua la flessione assorbendo così l'impatto al suolo.
Il ginocchio si flette oltre i 100" durante la fase di oscillazione: maggiore è questo movimento e migliore sarà la performance.

 

articolo-fascia3.jpg

 

3. Analisi video con camera ad alta velocità in visione laterale

Il contatto del piede al suolo

Il piede può prendere contatto al suolo con il tallone, la pianta o l'avampiede. Un fattore meno conosciuto ma sicuramente più importante è l'angolo che forma la gamba con il suolo al momento del contatto del piede, il quale deve essere il più vicino possibile ai 90°. Se questo angolo è maggiore di 90° avremo una perdita di efficienza della corsa, il contrario se minore di 90°.

 

4. Analisi video con camera ad alta velocità in visione antero-posteriore

In questa proiezione si analizza nella fase di contatto del piede al suolo. Se il piede è neutro oppure prona/supina.
Nella fase di carico si valuta il grado di adduzione del ginocchio e di inclinazione del bacino.

 

5. Analisi video con camera ad alta velocità del Jump e Step down test

In questi due test si valuta la funzione stabilizzatrice dell'anca, poiché una sua debolezza è un fattore che predispone alle patologie da sovraccarico del ginocchio.
In entrambi i test si valuta il grado di adduzione delle ginocchia, l'inclinazione del bacino e del tronco.

 

6a. Test isocinetico dei muscoli estensori/flessori del ginocchio

6b. Test dinamometrico dei muscoli dell'anca

6c. Test sulle pedane di forza

Con questo gruppo di test valutiamo la forza dei muscoli della catena cinetica dell'arto inferiore.
In questo modo avremo informazioni precise su quali muscoli sono deboli o sono scarsamente controllati dal sistema nervoso centrale e quindi possiamo intervenire con esercizi di rinforzo o di controllo muscolare in modo specifico.

 

Per informazioni e contatti, visitate il sito ufficiale: www.kine-fisio.it

0

Commenti

  • Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

Lascia il tuo commento

Ospite
Ospite Martedì, 19 Settembre 2017